Maria e Domenico: Viaggio di nozze alla King of the Hammers

Quella di Maria e Domenico è una storia d’amore tutta incentrata intorno alla loro passione per l’offroad. Si sono incontrati, si sono dichiarati e si sono sposati in fuoristrada ed il loro viaggio di nozze non poteva che essere alla King of the Hammers.

Il racconto di questa bellissima storia ha “preso vita” dopo alcuni semplici messaggi su Facebook.

Maria: Salve buonasera, scusa il disturbo… ho letto un tuo articolo su Offroad Lifestyle sulla King of the Hammers 2020 ed ero curiosa di sapere se sarai presente all’evento.

Io: Ciao, si certo!

Maria: In realtà noi ci saremmo dovuti conoscere per il calendario Rosa Integrale ma non sono riuscita a partecipare allo shooting perché in quella settimana avevo il Campionato di Estremo.

Io: Peccato, ma anche quella della KOH sarà una bella occasione per conoscerci.

Maria: Bellissima direi! Pensa che mi sono organizzata il viaggio di nozze in base alla King of the Hammers.

Io: Figataaa!!! Adesso sono curioso. Raccontami la vostra storia?

Maria: Io sono Maria Gangemi di 25 anni e mio marito si chiama Domenico Gallipoli di 33 anni e viviamo a S. Giovanni La Punta in provincia di Catania. Entrambi facciamo parte del club 4WD Acireale. Si può dire che Domenico è nato nel mondo del fuoristrada. Suo padre oltre ad avere, sin dagli anni ’70, l’officina Gallipoli 4×4, che adesso gestisce Domenico, faceva parte del club 4WD e nelle uscite a bordo del suo Toyota BJ40 si faceva accompagnare da Domenico. Il primo fuoristrada di mio marito è stato un Mercedes Classe G mentre adesso il suo compagno di viaggio e divertimento è un Nissan Patrol GR Y60 con cui partecipa a gare, manifestazioni e raid in Tunisia come assistenza. 

Per quanto riguarda me, inizialmente partecipavo con mio zio ai raduni ed è stato lui a farmi conoscere il mondo del fuoristrada. A qui tempi, avevo 18 anni ed un giorno lui non poté venire ad un raduno e decise di prestarmi il suo CJ7… andai io per la prima volta come pilota. Da quel giorno iniziai a partecipare ai raduni con il suo CJ7 ma con il passare del tempo mi rendevo conto che dovevo avere il mio di fuoristrada. Così ho acquistato la macchina dei miei sogni; la mia Dolores… un Wrangler TJ 4.0 del 98. Prima di conoscere mio marito, ho sempre partecipato a raduni e se c’era qualche gara andavo a guardarla sognando di potervi partecipare.

Domenico mi ha notata per la prima volta ad una manifestazione di fuoristrada dove lui partecipava ed io ero lì come spettatrice. Nei mesi successivi iniziammo a vederci in vari raduni dove si rese conto che la spettatrice in realtà era una fuoristradista. Un giorno ha deciso di farsi avanti ad una manifestazione della FIF, il Sicily Fest, dove io ero parte dello staff, ed invitarmi, come primo appuntamento, ad una uscita sociale con tutto il suo club.

La cosa divertente è che nei nostri primi messaggi che ci scambiammo nei giorni a venire, per rompere il ghiaccio, lui piuttosto che chiedermi qualcosa su di me, mi chiedeva le caratteriste del mio fuoristrada. 
Proprio in quell’uscita “il nostro primo appuntamento” ci siamo sfidati con i nostri fuoristrada in un passaggio dove io sostenevo che sarei passata anche senza blocco posteriore. Ci sono riuscita dimostrandogli la mia testardaggine non sapendo però che avevo fatto un grosso danno.
Alcuni giorni dopo l’uscita, Domenico mi chiese di andarlo a trovare in officina… decisi di andarci tutta contenta con il mio TJ. Poco prima di arrivare mi si è rotto il differenziale posteriore e chiamai Domenico in soccorso. Sono finita da lui con tutto il carroattrezzi da cliente. 
Sembra buffo, ma possiamo dire che li iniziò la nostra storia. I nostri veri e propri primi appuntamenti furono delle uscite romantiche in notturna con il fuoristrada di Domenico. 

Premettendo che la mia Dolores dopo quel giorno è tornata più forte di prima, dopo due anni di fidanzamento, ricchi gare di trial regionali, a cui abbiamo partecipato insieme (io come pilota) con tante soddisfazioni grazie ai risultati ottenuti, raduni, uscite, 4×4 Fest, dove ho avuto l’opportunità di fare parte di una bella realtà come il Rosa Integrale che unisce le donne di tutta Italia con la stessa passione, viaggi in Tunisia, sull’Etna, Domenico decise di chiedermi  di sposarlo. 

Posso dire che si contano facilmente i giorni dove non facciamo fuoristrada. Per intenderci, il regalo di fidanzamento che Domenico mi ha fatto è stato lo sterzo semi-idro della PSC, che mi avrebbe permesso di partecipare al Campionato Interregionale di Estremo 2019 della FIF dove mi sono classificata nella categoria Super Serie per due volte prima insieme alla mia copilota Simona Duro. 
La passione per il mondo del fuoristrada è quella che ci ha unito e quindi il 28 agosto 2019 non potevano mancare i fuoristrada al nostro matrimonio… loro sono stati i nostri testimoni! 

Durante gli anni di fidanzamento, mio marito un giorno mi parlò della gara più pazza d’America: la King of the Hammers. Abbiamo passato intere serate a guardare video su YouTube. Me ne sono innamorata anche io sognando che prima o poi noi saremmo stati lì come spettatori. Ed ecco l’occasione: il viaggio di nozze!
Il nostro viaggio di nozze è organizzato in base alla King of the Hammers; tutto è stato previsto e scelto in base alla data della gara. Il nostro pilota preferito è Shannon Campbell sia per il suo mezzo che per il suo stile di guida e sangue freddo. Ci piace molto anche Tony Pellegrino. Da italiani ovviamente tifiamo per i team italiani con una forte stima per Fabio Manno.

Io: Bellissima storia Maria!!! Non vedo l’ora di incontrarvi nella Johnson Valley e come regalo vi organizzo un incontro con Shannon Campbell e la sua famiglia.

Dopo meno di un’ora…

Io: Ok organizzato. Il 6 febbraio, tardo pomeriggio, Shannon ci aspetta con tutta la famiglia!

Maria: No vabbè non ci credooo… Siamo felicissimi! Grazie.

E così è stato! Il 6 febbraio mi sono incontrato con Maria e Domenico in Hammertown!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.